Il valore dei libri

Un Natale sbagliato

Romanzo di Tommaso Picasso

 

Gli Anni Venti stanno per finire e l’Italia di Mussolini stenta a riprendersi dai problemi del dopoguerra, anche se le “veline” di regime impongono l’immagine di un paese voglioso di festeggiare il primo Natale dopo la firma dei Patti Lateranensi.

La pubblicazione di una notizia riguardante la morte di un neonato, il 24 dicembre 1929 nel popolare quartiere romano della Garbatella, non rientra in questi canoni di “normalità” e finisce per coinvolgere, per motivi diversi, il commissario Antonio Valeri e il giornalista di origini genovesi Giovan Battista Picasso.

È quest’ultimo, il cui sogno è passare da "vice agli spettacoli" a redattore di cronaca nera, a narrarci la storia, che si svilupperà nell’arco della settimana di Natale.

 

Tommaso Picasso è lo pseudonimo di Mario Pieri. Nato a Firenze nel 1962, dopo gli studi classici si è laureato in ingegneria elettronica. Vive a Roma. È appassionato fin da ragazzo di storia militare; risalgono agli anni Ottanta le prime collaborazioni con riviste specializzate del settore. Dopo una lunga pausa dovuta alla sua professione, ha ripreso a tempo pieno l’attività di ricercatore. Ha pubblicato, come autore e coautore, articoli di storia e tecnica militari in italiano, inglese e spagnolo su riviste italiane e straniere. Da solo, o in collaborazione con altri autori, ha scritto libri su veicoli militari, armi e tecnologie.


LINK PER L’ACQUISTO:

https://amzn.eu/d/b0dMm8